ALLA DOLOMITICA BRENTA (MONDIALE MARATHON MTB) BICITIME IN GRAN SPOLVERO – GRANDI ALE E ANGELO AD OGGIONA E ALTRO…

Una sfida con se stessi per un evento da vivere con tanta allegria in compagnia, una gara “tosta” in un posto spettacolare (Pinzolo-TN) dove lo sguardo è sempre appagato dalle bellissime Dolomiti del Brenta, un’ottima cena post gara a Madonna di Campiglio con la piacevole presenza di simpatiche e pazienti mogli e/o compagne sorridenti (in tutto eravamo quasi una trentina!) e la testa che spesso “andava” a chi non è potuto esserci, un’occasione per condividere una passione spensieratamente, fare gruppo e distrarsi dalla frenesia quotidiana… Belli noi!

Venendo alla manifestazione di sabato non possiamo che tessere gli elogi agli organizzatori che hanno curato ogni particolare, pacco gara ricco e di qualità, percorso spettacolare che ha retto bene anche al forte temporale del venerdì sera, ristori abbondanti e ben posizionati, location partenza/arrivo ottimale, pasta party curato e generoso… forse è mancata la medaglia di “Finisher” divenuta “di default” in questo tipo di manifestazioni in cui per molti tagliare il traguardo è, di fatto, il principale obiettivo.

Premesso che il Mondiale era riservato alle categorie amatoriali dai Master 2 “a salire” (di età) ovvero che Elitesport ed M1 partivano successivamente con i tesserati degli Enti (identico percorso) sorprende, ma non troppo, la grande prova del “giovane” (M1) Marco Sessa che alla sua prima Marathon si gestisce alla grande e chiude con un tempo spettacolare che gli vale la prima posizione del Team (13^ di categoria), alle sue spalle un altrettanto grande Daniele Lucioni che con un tempo simile a quello di Marco (con partenze differenti) “rifila oltre 10′ al “Pres” che completa il podio Team ai piedi del quale troviamo un bravissimo Andrea Guerini seguito, a solo 1′, dall’altra nostra “giovane” conferma (Elitesport) Stefano Ambrosini.

Ma tutti gli arrivi di sabato sono stati motivo di grande soddisfazione per se stessi e non solo, bello vedere arrivare insieme dopo un’ottima performance Andrea Francia, Giancarlo Gecchele e Ivan Zanoni, preceduti dal sempre presente e combattivo Francesco Airaga, così come bello e di particolare “sollievo” è stato vedere arrivare successivamente la coppia Giovanni Aramini e Luca Pulze che si sono “spronati” a vicenda “esorcizzando” il ritiro.

Bravissimo, come sempre, Renato Lucherini che non si lascia sopraffare dalla testa (sempre pronta a ricordargli “l’anagrafica”) e chiude con l’ennesimo tempo da “giovincello” così come Alessandro Cavallo che nonostante qualche “acciacco” ed una preparazione limitata all’ultimo mese e mezzo ha tagliato il traguardo “distrutto” ma con tempo ragguardevole e grandi anche Raffaele Perusin, Luigi Rovera e Walter Pulze che, tagliato il traguardo “stremati”, avevano, comunque (come sempre) grandi sorrisi per tutti.

Ho lasciato per ultimi Giuseppe Bacarella e Sergio Brillo perché meritano menzione a parte per l’unicità della loro prova, Giuseppe era alla sua prima Marathon in assoluto ed è andato veramente forte gestendosi alla grande nonostante fosse senza cardio-frequenzimentro, purtroppo il cronometro non gli rende giustizia perché è partito 20′ dopo che era stata data la partenza e già questo è significativo (non occorre dilungarsi a spiegarne le cause). Sergio ha avuto un guasto meccanico la sera prima della gara, è riuscito a trovare un “ciclista” già aperto prima del via che, forse con troppa fretta, ha rimediato all’inconveniente purtroppo ripresentatosi irrimediabilmente dopo poco più di 10 km di gara costringendolo al ritiro, peccato!

Un ringraziamento ed un forte abbraccio alle mogli/compagne “al nostro fianco” la cui presenza ha significativamente contribuito a rendere bellissima e spensierata questa “trasferta di Gruppo”, un grazie di cuore ad AnnaDeboraLinaLuciaMaria TeresaMorenaSonia e Valentina.

Infine doverosi i complimenti ai due forti Master Varesini che hanno portato ben 2 maglie iridate in provincia di Varese: al plurititolato Massimo Berlusconi (M7) praticamente mancava solo questo titolo nella sua ricca “bacheca”, con cuore e testa (staccato l’avversario in prossimità dell’ultimo km) l’ha fatto suo; alla neo vice-campionessa Europea Karin Tosato (MW3) che ad una sola settimana di distanza dall’Europeo, che l’aveva vista sul secondo gradino del podio, si è presa una grandissima rivincita… Bravissimi.

Domenica ad Oggiona Santo Stefano è andato in scena il Campionato Regionale ACSI” all’interno del Circuito dei Parchi”, al via si sono schierati anche i nostri Alessandro Piermarteri ed Angelo Riccardi con il primo autore dell’ennesima prova di rilievo che lo ha visto chiudere 3° assoluto (2° di categoria) ed il secondo che, non volendo essere da meno, ha compiuto i primi 2 giri in testa per poi cedere nel finale (complice il percorso a lui poco “congeniale”) e chiudere 4°.

Intanto a Galio (VI) Giuseppe Romano “portava a casa” la Marathon dell’Altopiano e qui la medaglia di “Finisher” non è mancata.

Domenica prossima appuntamento al Sestriere per l’Assietta Legend (Gran Fondo e Marathon) del circuito Marathon Bike Cup Specialized mentre vi ricordiamo che Domenica 24 luglio in Forcora (sopra Luino) c’è la 1^ Gran ForcoraBike (G.F. con 2 percorsi: 26 km per 1000 di dislivello e 52 km per 2000 dislivello) organizzata dall’MTB San Martino dell’amico Claudio Contini… chi viene? Non mancate… Iscrizione su ENDU con prezzo ridotto entro fine mese.

I commenti sono chiusi.